https://www.imprenditoreitaliano.it/2013/02/25/pensiero-creativo-tribu-digitali-e-rischio-d-insolvenza/ Gestione aziendale | Pensiero creativo, Tribù digitali e rischio d' insolvenza | Imprenditore Italiano

Pensiero creativo, Tribù digitali e rischio d’ insolvenza

By on Febbraio 25, 2013

Ecco cos’ho per te questa settimana:

1. L’innovazione ed il pensiero creativo
2. Affrontare la crisi troppo tardi vuol dire insolvenza!
3. Nuovi clienti per la tua azienda nelle nuove tribù digitali

1. L’ innovazione ed il pensiero creativo

Per creare qualcosa di nuovo l’uomo si affida a due qualità proprie della sua specie: ragione e fantasia. Ecco, ciò che dovete imparare a fare, ammesso che non lo sappiate fare già, è utilizzare ragione e fantasia per produrre qualcosa di nuovo, di originale, qualcosa che prima non c’era, semplicemente perché nessuno ci aveva mai pensato.

Il pensiero creativo, che potremmo definire come una sintesi di ragione e fantasia, si serve di elementi che già esistono combinandoli in modo nuovo ed originale per produrre qualcosa che prima non esisteva.

Si tratta di una modalità di pensiero che nasce da una costante e feconda interazione tra gli emisferi destro e sinistro del nostro cervello, laddove l’emisfero destro è prevalentemente preposto alle attività emotivo-creative, mentre quello sinistro è maggiormente orientato a quelle logico-razionali.

Il mondo è cambiato per cui è cambiato il modo di gestire la tua impresa! Con il nuovo eBook ‘Guida alla gestione dell’impresa del futuro’ capirai come il web marketing, la gestione dei collaboratori e il modo di innovare saranno le nuove sfide chiave da affrontare per far sì che la tua impresa possa affermarsi nei prossimi anni!

Cogli al volo dunque questa grande opportunità, clicca qui: http://www.amazon.it/Guida-gestione-dellImpresa-Futuro-ebook/dp/B00AQZE66S/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1356088072&sr=8-3

Se ti senti impreparato su questi aspetti o vuoi essere aiutato nella gestione della tua attività prova con il nostro servizio Tutoraggio Aziendale, per tutte le info clicca qui:http://www.controlloaziendale.it/servizi/tutoraggio-aziendale/

2. Affrontare la crisi troppo tardi vuol dire insolvenza!

Se la crisi è affrontata nel primo stadio, quando ancora cioè, non ha generato perdite economiche, sarà più facile rimediare.

La difficoltà in proposito è, spesso, l’individuazione della crisi, cioè dei sintomi che la caratterizzano e che preparano la seconda fase, quella delle perdite.

In questa fase le riserve aziendali si erodono gradualmente e con una velocità che varia secondo i casi.

Si ha un depauperamento le cui manifestazioni formali sono: l’assorbimento delle riserve di bilancio e di quote del capitale, l’erosione della liquidità, l’appesantimento dei debiti, la riduzione delle risorse destinate a funzioni essenziali (quella della ricerca, del marketing, dell’addestramento …), l’impossibilità di distribuire dividendi e così via. L’arresto delle crisi in questo stadio è più difficile.

Le difficoltà sono proporzionate in funzione del quadro di deterioramento cui il sistema è pervenuto, cioè, in sostanza, mutano secondo l’entità e la durata delle perdite subite.

Ed oltre un certo limite, esplode l’insolvenza!

Ecco per te in anteprima il nostro nuovissimo eBook ‘Le crisi d’impresa: analisi e cause’, per scaricare l’eBook gratuitamente da Amazon.it clicca qui: http://www.amazon.it/Le-crisi-dImpresa-analisi-ebook/dp/B00BHMC6JS/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1361346231&sr=8-1

Ti ricordiamo che fino a domani 25 Febbraio l’e-book è assolutamente gratuito!!!

Da Martedì 26 Febbraio l’eBook sarà acquistabile al prezzo di soli € 9.99! Non perdere dunque questa incredibile occasione di averlo GRATIS!!!

E se la tua azienda è in sofferenza, se si trova in crisi di liquidità, se i debiti con fornitori ed erario ti attanagliano o anche se solamente inizi a percepire i primi sentori della crisi richiedi tutte le informazioni sul servizio Ristrutturazione Debiti del network www.consulentiaziendaliditalia.it, clicca qui: http://www.consulentiaziendaliditalia.it/ristrutturazione-debiti/

3. Nuovi clienti per la tua azienda nelle nuove tribù digitali

‘Le persone si aggregano intorno ad interessi comuni perché vogliono condividere tali interessi con altre persone che essi riconoscono come propri simili. Ora come allora si formano delle tribù.

Le nuove tribù sono delle tribù digitali, che si formano e prosperano nella rete grazie all’uso dei cosiddetti canali informali o social network, come Facebook o Twitter.

Le tribù digitali funzionano poi secondo il concetto di viralità, cioè in base ad un meccanismo, tipico delle comunità virtuali, in cui ogni membro di una certa tribù è portato a condividere le informazioni con tutti i membri della sua tribù.

Ed è proprio qui che interviene il web marketing che intercetta l’interesse delle tribù e sfrutta la necessità di condivisione per diffondere il proprio messaggio utilizzando gli stessi canali informali utilizzati dalle tribù.’

Nuovo estratto dal nostro eBook ‘L’era del Web Marketing e la fine delle 4P’, primo volume della collana ‘Web Marketing per Imprese e Professionisti’ .

All’interno di questo primo volume, che ti ricordiamo puoi scaricare direttamente su Amazon.it (a questo link: http://www.amazon.it/marketing-delle-imprenditori-professionisti-ebook/dp/B00A7XIENA) , andremo alla scoperta di tutti gli aspetti fondamentali che legano il nuovo mercato, il nuovo modo di fare business, il nuovo modo di vendere i propri prodotti con le moderne tecniche di web marketing. In poche parole il NUOVO MARKETING.

Se vuoi far sì che le tribù digitali della rete ti trovino qui su internet hai bisogno di un sistema professionale di web marketing e di affidarti a professionisti del settore, clicca qui: http://www.webmarketingitaliano.it/trova-clienti/

Per imparare a sfruttare il Web Marketing e migliorare il tuo business organizziamo per te e per la tua azienda corsi e seminari, sia di gruppo che personalizzati!
Per tutte le info sui nostri corsi clicca qui: http://www.webmarketingitaliano.it/corsi-e-seminari/

You must be logged in to post a comment Login