https://www.imprenditoreitaliano.it/2015/01/20/rassegna-stampa-da-italia-oggi-17-01-2015/ Tutte le News | Rassegna stampa da Italia Oggi 17-01-2015 | Imprenditore Italiano

Rassegna stampa da Italia Oggi 17-01-2015

By on Gennaio 20, 2015

La rassegna è a cura del Dott. Alessandro Di Vasta, referente per la provincia di Genova del network www.consulentiaziendaliditalia.it

Titolo: Omesso reverse charge senza sanzioni

Fonte: Italia Oggi pag: 25
La CTP di Milano ha deciso, con la sentenza n. 11698 del 22/12/2014, che non si applica la sanzione per omesso reverse charge in quanto la violazione commessa ha natura formale. Il contenzioso riguardava l’omessa auto fatturazione di una società italiana per prestazioni ricevute da un’impresa statunitense, sanzionata dall’ufficio con la sanzione pari al 100% dell’imposta. I giudici tributari di primo grado hanno accolto la tesi del contribuente che sosteneva che la violazione fosse di natura formale in quanto l’Iva a debito non inserita nel registro vendite si compensa con l’Iva a credito non riportata nel registro acquisti.

Titolo: Accertamento con invito obbligatorio

Fonte: Italia Oggi pag: 27
E’ nullo l’accertamento senza l’invito scritto ai chiarimenti sulla contestata elusione fiscale anche se il contribuente ha reso dichiarazioni in sede di ispezione. Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 693 del 16 gennaio 2015, ha respinto gli ultimi due motivi del ricorso presentati dall’Agenzia delle entrate. Per il Collegio di legittimità, nessuna dichiarazione resa agli agenti in sede di accesso o di verifica può sostituire le formalità sancite dall’art. 37-bis del Dpr 600/1973.

Titolo: Pvc, coabitazione ampia

Fonte: Italia Oggi pag: 27
Solo per il 2015 i contribuenti che intendono sanare le violazioni in materia di imposte sui redditi e Iva emergenti dal Pvc hanno due possibilità. La legge di Stabilità per il 2015 ha da un lato introdotto la nuova fattispecie di ravvedimento operoso esperibile dopo la consegna del pvc e, dall’altro lato, ha abrogato l’art. 5-bis del dlgs 218/1997 ‘Adesione ai verbali di constatazione’. Quest’ultimo istituto, tuttavia, sarà ancora applicabile ai Pvc notificati entro l’anno. I contribuenti destinatari di pvc potranno quindi valutare se per loro è più opportuno chiudere totalmente o parzialmente la partita con il fisco prima della notifica dell’avviso di accertamento scegliendo tra i due istituti.

E se hai bisogno di professionisti di valore assoluto per una consulenza privata, per analizzare lo stato della tua azienda, per trovare una soluzione alla crisi o semplicemente migliorarne il controllo e la gestione o, ancora, per cercare di aumentare i tuoi clienti, contatta GRATIS subito il team di professionisti più grande d’Italia, vai su https://www.imprenditoreitaliano.it/consulenze-gratis/

You must be logged in to post a comment Login