https://www.imprenditoreitaliano.it/2015/05/07/la-mail-uno-dei-migliori-strumenti-che-abbiamo-per-comunicare-con-i-nostri-clienti/ Tutte le News | La mail, uno dei migliori strumenti che abbiamo per comunicare con i nostri clienti | Imprenditore Italiano

La mail, uno dei migliori strumenti che abbiamo per comunicare con i nostri clienti

By on Maggio 7, 2015

Spazio dedicato alla’ Dott.ssa Esmeralda Trogu, referente del network www.consulentiaziendaliditalia.it per la provincia di Oristano.

Tra i diversi strumenti utilizzati per comunicare con i nostri clienti la più valida è la mail , ci permette di raggiungere tante persone, con poche risorse senza obbligare nessuno a rispondere o leggere in un determinato momento. Quando ci arriva una mail, infatti, non siamo vincolati a leggere subito o a dare una risposta immediata.

Ma perché vi parlo di mail?

Semplice, per avere successo online è necessario curare alcuni elementi fondamentali. Prima di tutto, è essenziale generare traffico. In secondo luogo è opportuno e fondamentale avere conversioni. Terzo, è importantissimo conoscere quali sono i metodi per costruire un’ampia audience. Questo per battere la concorrenza e raggiungere un numero di utenti sempre più numeroso, per cui è fondamentale imparare a raccogliere indirizzi e-mail. La prima tappa per attirare l’attenzione dei visitatori è creare una landing page efficace sulla quale gli utenti possono atterrare ed essere immediatamente attratti dal messaggio.

Vediamo come fare una mail list.

Nel fare una mail list è molto importante partire dal presupposto di mandare dei messaggi solo a chi è interessato ai nostri contenuti. Uno dei punti principali per avere una buona mail list è quello di non acquistare nessun database o per capirci, nessuna lista indirizzi di persone ignare di ricevere nostre offerte. Il fine di una mail list è quello di avere un numero reale di potenziali clienti, non un numero di messaggi da inviare, ma per fare questo passaggio dobbiamo accertarci di mandare un messaggio solo a chi lo vuole veramente ricevere, quindi mandare una mail solo a chi ce lo ha espressamente chiesto o si è iscritto nel sito in modo autonomo.

Una mail list di solito si crea inserendo nel sito o nei vari profili nei social network un link di iscrizione, un collegamento ad una pagina in cui il cliente/visitatore, incuriosito da un nostro messaggio, da un conoscente che ha già lavorato con noi, da un passaparola o da una pubblicità, inserisce i suoi dati, legge ed accetta una privacy, invia con un click l’iscrizione e dà la sua conferma ad una mail che riceve a garanzia della veridicità dell’operazione. Questo è un contatto che potenzialmente è o può diventare cliente.

Parliamo di una mail list che funzioni, come deve essere?

Non ci sono altri mezzi che funzionano, perché qualsiasi altro tipo di acquisizione di dati è per il 99% dei casi uno scambio/acquisto improprio. Se un cliente non si aspetta la nostra mail, quando la riceve tende a cancellarla senza leggerla perché appunto la considera una delle tante comunicazioni che deve ricevere ogni giorno per avere la sua mail gratuita, o perché sa di molte aziende scorrette, e non ci da peso. Purtroppo un po’ tutti siamo invasi da mail che non vogliamo ricevere o comunque che ci interessano poco.

Una frase semplice, buongiorno, siamo un’azienda che fa consulenza …….., possiamo inviarvi delle offerte? Ecco possiamo partire da questa semplice frase.

Davanti ad una simile richiesta sarà il cliente a decidere ed in base al settore può valutare i suoi interessi o meno. Ricorda, meglio 200 mail a chi le vuole ricevere che 2000 inviate senza logica. Utilizzare e costruire una mail list è un’operazione apparentemente facile, ma in realtà è lunga e complessa. Lunga, perché richiede tempo, costanza ed investimenti in collaboratori, risorse umane, che incentivano il cliente ad iscriversi, attraverso social network, consigli diretti o altre forme pubblicitarie. Complessa, perché poi richiede capacità nel descrivere il messaggio o la proposta che si andrà a fare. Arriveremo a dover chiedere un consenso scritto virtuale per avere “diritto” a comunicare in questo modo perché sempre più persone si lamentano del problema e continuano a cambiare indirizzo per veder rispettare la loro privacy. Ecco quindi l’importanza di avere un contatto diretto e soprattutto voluto con un cliente che così sarà sempre contento di ricevere nostre comunicazioni.

E ricorda, il network di professionisti più grande d’Italia è sempre a tua disposizione per una consulenza privata GRATIS, per analizzare lo stato della tua azienda, per trovare una soluzione alla crisi o semplicemente migliorarne il controllo e la gestione o, ancora, per cercare di aumentare i tuoi clienti, ti basta contattarci su https://www.imprenditoreitaliano.it/consulenze-gratis/

You must be logged in to post a comment Login